A regola d'Arte
A regola d'Arte

Cinema e Arte

Cinema e Arte: un connubio perfetto e magico!

Lo approfondiremo con i nostri (e vostri!) suggerimenti e consigli cinematografici.

Questo mese vi consigliamo:

Visages, Villages. Un documentario di Agnes Varda e JR Artist

Francia, 2018

Agnès Varda, gloriosa protagonista femminile della Nouvelle Vague, e JR, che usa la fotografia per fare interventi pubblici trasformatori del paesaggio, intraprendono un viaggio alla scoperta di luoghi, esseri umani, fisionomie, storie della provincia francese che mantengono un'autenticita' unica, lontana dall'omologazione dei codici di comunicazione dei social.

Un documentario in cui si incontrano generazioni di artisti diverse, unite nella regia, nel viaggio e nella scoperta continua del mondo.

Nei mesi precedenti abbiamo consigliato:

Michelangelo infinito

regia di Emanuele Imbucci, 2018

Dopo lo straordinario successo di Caravaggio – l’Anima e il sangue e dagli stessi produttori, un’altra grande produzione cinematografica approda sul grande schermo e a grande richiesta il 19 e 20 novembre torna nelle sale Michelangelo – Infinito, il nuovo film d’arte dedicato al genio dell’arte universale Michelangelo Buonarroti e alle sue opere immortali ed ‘infinite’. Il film traccia un ritratto avvincente e di forte impatto emotivo e visivo dell’uomo e dell’artista Michelangelo, da una parte schivo e inquieto, capace di forti contrasti e passioni, ma anche di grande coraggio nel sostenere le proprie convinzioni e ideologie.

Il ventre dell'architetto (The Belly of an Architect)

regia di Peter Greenaway, 1987

Il film narra di un architetto statunitense, Stourley Kracklite alle prese con Roma, con la sua grande passione per l'architetto francese del Settecento Boullée, con le sue intime e personali tragedie umane e personali ambientate negli scenari della Roma antica bellissima, immobile, maestosa, imperturbabile. Splendida la colonna sonora di Wim Mertens e Glenn Branca.

https://www.youtube.com/watch?v=Ji6pI9nG6Cc

Egon Schiele

regia di Dieter Berner, 2016

Il film, uscito nelle sale italiane per pochi giorni (ma confidiamo di trovarlo presto in DVD) racconta il legame tra l'artista Egon Schiele e tre figure femminili: la sorella minore Gertie, sua prima musa e modella; Wally Neuzil, modella per alcune delle due opere più famose; Edith Harms, suo grande amore, di estrazione borghese e che sposerà nel 1914. 

The Monuments Men 

regia di George Clooney, 2014

La pellicola è la trasposizione cinematografica del libro omonimo “Monuments Men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia” scritto da Robert M. Edsel. Un plotone dell’esercito americano, composto da critici ed esperti d’arte, direttori di musei ed elementi simili, durante la seconda guerra mondiale ha il compito di cercare e recuperare le opere d’arte trafugate nei paesi occupati dai nazisti per salvarle dall’ordine di distruggerle di Adolf Hitler e restituirle ai legittimi proprietari. Nel film vengono salvate più di 1500 opere d’arte saccheggiate, nel corso della Seconda guerra mondiale, dai musei dei Paesi europei occupati dalla Wehrmacht o trafugati a famiglie ebree e collezionisti dal Terzo Reich. Tra le opere citate nel film ci sono i capolavori di alcuni dei grandi maestri della pittura del XIX e XX secolo come Matisse, Emil Nolde, Franz Marc, Otto Dix, Max Beckmann, Paul Klee, Oskar Kokoschka, Ernst Ludwig Kirchner, Max Liebermann, Renoir inoltre, per il plotone diventa un obiettivo vitale salvare la Madonna di Bruges e la Pala di Gand.

Sion 

regia di Joseph Dadoune, 2006

Nel cortometraggio di Joseph Dadoune, l'allegoria di Gerusalemme (impersonata dall'attrice Ronit Elkabetz) si aggira nel Museo del Louvre alla ricerca di oggetti biblici o religiosi legati alla sua storia. Gli abiti son firmati dallo stilista Christian Lacroix.

Caravaggio

regia di Derek Jarman, 1986

Jarman offre un'immagine inedita del pittore ripercorrendo la vita dalla gioventù al successo e alla gloria, all'amore, al rapporto tormentato con la religione e la propria arte. Arte che prende mirabilmente vita all'interno del film in veri e propri tableaux vivants in cui posa l'umanità emarginata e sofferente che l'artista prelevava dalle strade di Roma.

https://youtu.be/Z5ZvKnLNZpg

Alphonse Mucha - Art Nouveau Visionary

regia di Susanna Boehm, 2004

Il documentario rivela un'esperienza poco conosciuta della folgorante carriera di Alphonse Mucha: disegnatore simbolo dell'Art Nouveau parigina e non solo, artista prediletto da dive del calibro di Sarah Bernhardt, a partire dal 1910 si dedicò - su invito del miliardario americano Charles R. Crane- alla realizzazione del ciclo pittorico sull'Epopea Slava. Il film svela i retroscena di quest'opera ambiziosa che impegnò Mucha per circa 20 anni e che è tuttora visitabile presso il castello Zbirov di Praga

https://aboutartnouveau.wordpress.com/2012/11/15/documentary-about-alphonse-mucha-2004/

Yves Saint Laurent: L'Amour Fou

regia di Pierre Thoretton, 2011

Un film-documentario che descrive la straordinaria figura di Yves Saint Laurent, il suo genio, la sua malinconia, ma soprattutto il suo amore per Pierre Bergé e la loro grande passione per l'arte.

https://www.youtube.com/watch?v=0hUaJf0LIxQ

La Grande Bellezza

regia di Paolo Sorrentino, 2013

Bellissime le incursioni del dandy Jep Gambardella nei luoghi noti e meno noti di Roma. Tra questi ultimi spicca il Palazzo Uffici dell'Eur, primo edificio ad essere completato, nel 1939 e su progetto di Gaetano Minnucci, nell'ambito del progetto per l'Esposizione Universale di Roma del 1942.

http://www.filmsenzalimiti.co/la-grande-bellezza.html

Io sono L'Amore

regia di Luca Guadagnino, 2009

Cast ricco ed eccellente (Tilda Swinton, Marisa Berenson, Alba Rohrwacher), un set d'eccezione: Villa Necchi Campiglio firmata dall'architetto Piero Portaluppi.

http://www.raicinema.rai.it/dl/RaiCinema/site/Contenuti/Cinema/ContentItem-3601b85b-b0ef-47c5-bf91-f0cfc159f8fc.html

Georgia O' Keeffe (2009)

http://nuovocinemalocatelli.com/2014/11/08/film-stasera-sulla-tv-in-chiaro-georgia-okeeffe-sab-8-nov-2014/

Il nostro indirizzo

A regola d'Arte
via Dino Frescobaldi 36
00137 Roma

Sandra 3289736425

Chiara 3486819260

Chi siamo

Sandra e Chiara, insieme a ospiti speciali, vi accoglieranno per condividere e trasmettere la passione per l'arte e la cultura in tutte le loro espressioni.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© a regola d'arte via dino frescobaldi 36 00137 roma Partita IVA: